Francesco De Giorgi ricomincia da Nardò. Il difensore classe 1990, dopo una carriera quasi interamente spesa in Serie C, si avvicina alla sua Maglie, città natale. Ed è pronto a dare battaglia. Ecco quanto dichiarato ai microfoni di tuttocalciopuglia.com: "E' un gradito ritorno a casa, dopo dieci anni in giro per l'Italia ho preferito cercare stabilità. Si è concretizzata questa possibilità perché ho trovato una società seria. Sono contento della scelta che ho fatto. Ci sono persone adatte, dietro, per poter fare calcio. Tante cose mi hanno convinto a firmare i contatti erano maturati da un po' ma preferivo aspettare il momento giusto".

Adesso, ancora una volta, c'è la possibilità di essere leader e faro della squadra: "Mi hanno preso proprio per questo, avendomi seguito negli anni. Sono uno che fa parte di un gruppo importante, mi limito a fare il mio. Mi piace prendermi responsabilità, me le sono sempre prese nella mia vita. Il gruppo è di bravi ragazzi, anche se quello vero e proprio si vedrà soprattutto nelle difficoltà. E Danucci ci trasmette davvero tanta serenità. Non alza la voce, ma vuole trasmettere i suoi concetti". 

Idee chiare sulla prossima stagione: "L'obiettivo resta la salvezza, la D calcisticamente parlando è a tratti più difficile di una Lega Pro. Non sempre è uno scoglio facile da superare. Poi si vedrà, perché io qui voglio fare qualcosa di buono. Se questa piazza si entusiasma ci sono presupposti per fare grandi cose".  

Sezione: NARDÒ / Data: Dom 13 settembre 2020 alle 15:00
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print