Quattro partite in meno rispetto al Casarano e la possibilità, vincendole tutte, di volare addirittura a +7 dall'attuale capolista. Una missione sicuramente non facilissima, ma che diventa allettante per il Taranto: Laterza ha già dato il via al piano, dettato nei singoli particolari ai propri calciatori, sfruttando anche la lunga sosta per far integrare al meglio i nuovi. Il pensiero va ovviamente a Diaz che, per ammissione del direttore sportivo Montervino, non è un centravanti che segna tanto e con continuità, ma che è fondamentale per l'equilibrio e il modo di giocare delle squadre dell'allenatore rossoblù.

Allo stesso tempo, però, bisognerà fare i conti anche con un calendario che rischia di mettere a corto di ossigeno Tissone e compagni nel percorso da affrontare nel primo semestre del nuovo anno solare. Servirà dare tutto in campo e non sbagliare un colpo, toccherà ai calciatori ripagare la fiducia di una società che nel mercato invernale ha rinforzato la rosa e che nel giro di poco tempo potrà contare anche sul rientro di Alfageme e Corvino. Fasano, Andria, Portici e Molfetta: quattro sfide verità, quattro sfide per la vetta.

Sezione: TARANTO / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 10:30
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print