Nel corso della diretta Instagram sulla pagina wesport.it, il difensore centrale del Casarano Maurizio Dall'Oglio ha raccontato come vive l'assenza dal terreno di gioco ed ha parlato, anche, del cammino delle serpi nel corso del campionato.

"Da quando hanno sospeso il campionato, sono tornato a Milazzo dai miei cari: aspettiamo novità dalla LND, anche se credo che la ripresa del campionato sia molto difficile. Per chi è abituato a vivere di calcio, è davvero dura rimanere fuori dal campo. Il girone H? E' molto tosto: non ci avevo mai giocato. Ci sono grandi piazze, con società blasonate: sono stato impiegato poco, fisicamente mi stavo riprendendo dopo l'infortunio ma, per scelte tecniche, non ho potuto dare sempre il mio contributo. In una squadra come il Casarano, poi, non è facile trovare posto. La gara col Foggia? Non ho mai vissuto una settimana così: tornammo da Sorrento, dopo la sconfitta per 7-0, alle tre di notte. Andammo subito in ritiro, ci ricompattammo e la domenica riuscimmo ad ottenere tre punti che ci consentirono di battere una squadra molto ostica come il Foggia: fu una vittoria di carattere. Una sconfitta di quel genere, come quella di Sorrento, non deve capitare: è stata molto pesante, la società e la piazza non meritano certe figure. Futuro? Quì mi trovo bene, voglio ancora dimostrare le mie potenzialità. Casarano è una società che si trova in D ma ha una struttura organizzativa-societaria all'avanguardia: è una realtà importante".

Il difensore siciliano parla, anche, dei calciatori che lo hanno impressionato maggiormente nella sua carriera: "Il giocatore più forte col quale ho mai giocato è Totò Mincica, quello più rognoso è stato Tiscione, mio ex compagno di squadra".

Sezione: CASARANO / Data: Sab 16 maggio 2020 alle 15:15
Autore: Christian Cesario / Twitter: @otherside1993
Vedi letture
Print