Giampiero Maci, presidente del Casarano, quest’oggi è intervenuto in diretta ai microfoni di Diffusione Stereo nel corso del programma “Meeting - i fatti e i protagonisti dello sport”. Il massimo esponente rossazzurro ha così commentato la sconfitta con il Picerno il giorno dopo: “Dal momento in cui il Picerno era venuto a Casarano per portare a casa un punto, è ovvio che Ginestra definisca il risultato impresa storica. Purtroppo c’è stata una beffa nel finale, ma dovremmo riprenderci senza dubbio, sempre però con la massima serenità. Seppur le parole di Feola condannino i nostri, credo che le dinamiche della gara raccontino di un peccato, perché meritavamo di vincere". 

Il presidente del club ha poi voluto dire la sua in merito all’immediato futuro: “Abbiamo fallito un impegno importante e da domenica prossima ci saranno tante possibilità per rifarsi. Abbiamo le armi per farlo. Spesso dicono ci manchi il carattere, ma vanno lette le gare. Probabilmente ci siamo intestarditi con le giocate sugli esterni senza sfondare sul centro, ma siamo consapevoli che di fronte avessimo una squadra costruita per vincere”. 

Il numero uno del Casarano ha poi voluto parlare del momentaneo primo posto in classifica e suggerisce i punti in cui la squadra dovrà migliorare: “Il primato è virtuale date le gare che devono recuperare le nostre avversarie. Spero che ci sia una lucidità migliore da parte dei nostri, con maggiore cinicità e precisione”. 

Infine Giampiero Maci spiega l’uscita in mix zone del tecnico Feola (“Sono pronto a un confronto con la società”): “Non mi è piaciuta l’uscita di Feola perché abbiamo grande fiducia in lui e cercheremo proprio assieme ad esso di uscire da questa sconfitta. Meglio considerarlo uno sfogo post-gara, sono certo che sia stata una frase dovuta alla rabbia del risultato finale. Ad ogni modo ci siamo chiariti in mattinata”. 

Sezione: CASARANO / Data: Lun 25 gennaio 2021 alle 18:00
Autore: Simone Cataldo / Twitter: @SimoneCataldo12
Vedi letture
Print