È affranto mister Feola dopo la sconfitta del suo Cerignola a Foggia: “Il Cerignola non ha espresso il calcio che fa in tutte le partite. Penso che sia anche un po' normale, abbiamo giocato contro una squadra costruita per vincere il campionato e l’abbiamo visto sugli spalti, uno stadio pienissimo. Non mi dispiace per la sconfitta, ma per le espulsioni che non c'erano né in cielo né in terra, nel senso che non dovevano proprio avvenire, non parlo dell'arbitro ovviamente. Non possiamo perdere due giocatori per una protesta e per un fallo di frustrazione".
E sulla sconfitta: “L'avevamo preparata così e così è stata. Ovviamente ci sono i meriti del Foggia e i demeriti del Cerignola, i rossoneri non ci hanno fatto giocare e noi non abbiamo espresso il nostro gioco. Vero che il Cerignola ha fatto pochi tiri in porta, ma se sull'1-1 Gerbaudo non si inventa quella prodezza, straremmo parlando di un'altra partita. Ma non è scusante, non ci dimentichiamo dove stava il Cerignola dodici partite fa".

Sezione: CERIGNOLA / Data: Dom 02 febbraio 2020 alle 17:14
Autore: Francesco Ippolito / Twitter: @fraccio
Vedi letture
Print