Intervistato in diretta Instagram, l'attaccante del Lecce Gianluca Lapadula ha ripercorso la sua carriera calcistica e gli attimi vissuti con la maglia dei giallorossi, dalla firma del contratto alle ultime sfide giocate in campionato.

“In estate avevo due-tre offerte, ma Lecce è quella che mi ha convinto di più per tanti aspetti: il progetto della società, la presenza di un allenatore bravo come Liverani e quella di un gruppo di giocatori. Lecce l’ho scelta subito: sapevo che c’era un bellissimo ambiente. Una piazza che vive di calcio e che consideravo l’ideale per me in quel momento. Il successo più entusiasmante? Quella del San Paolo: fu una vittoria bella ed emozionante su un campo difficilissimo, abbiamo ottenuto tre punti fondamentali. Una doppietta al San Paolo è sempre speciale, poi a inizio secondo tempo avevamo preso gol e il Napoli attaccava per ribaltare la gara. Siamo riusciti a vincere sfruttando al meglio le nostre caratteristiche, un successo pesante giocando da grande squadra“.

Il centravanti parla, anche, della tifoseria giallorossa: “Qui a Lecce c’è un entusiasmo fuori dal comune dopo i tanti anni di sofferenza in Lega Pro. Cantano dal primo al novantesimo, per noi una tifoseria del genere fa la differenza. Anche in giro per la città non fanno mai mancare il loro sostegno“.

Falco e Messi: chi è il migliore? La risposta del bomber salentino: "Il Messi del Salento, Pippo ha grandissima qualità e sta facendo un’annata super. Può arrivare in nazionale. Petriccione? Mi piace tanto come giocatore, ha la fortuna di imparare da un allenatore che nel suo ruolo è stato uno dei migliori in Italia".

Sezione: LECCE / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 14:30
Autore: Christian Cesario / Twitter: @otherside1993
Vedi letture
Print