Trentuno presenze stagionali e 5 assist. Questo è lo score di Francesco Giorno col Monopoli, stagione 2019/2020. Ma i numeri, per quanto chiari, netti, evidenti, non bastano per rendere una precisa idea della qualità del rendimento del centrocampista biancoverde. E ovviamente dei relativi vantaggi di cui usufruisce un'intera squadra al suo servizio. 

In estate la società biancoverde ha salutato Sounas e Paolucci, accasatisi alla Reggina. Un colpo duro da digerire, visto il loro particolare ruolo di metronomo della squadra. Poi, il colpo sul mercato lo sferra il ds Cerri: il giocatore numero 4, in verità, è un obiettivo biancoverde già da qualche sessione di mercato, ma per un motivo o per l'altro era sempre sfumato. Non questa volta. Ed il bello è che la qualità del suo rendimento non è stata neppure condizionata dal cambio di guida tecnica: la costanza viene prima di tutto. Brillanti le gare di Coppa Italia contro Ponsacco e Cosenza, ma anche in campionato l'andazzo non è mai cambiato. 

Cosa manca? Il gol, ma gli assist sfornati sono stati sempre preziosi. Con Potenza, Viterbese e Teramo sono maturati 9 punti in tutto, anche grazie al suo contributo. Il vero problema, semmai, si è presentato quando non è stato a disposizione: 2 socnfitte contro la Casertana, una contro la Cavese. Col Monopoli che il più delle volte ha chiuso le gare anche con prestazioni sottotono. Fa eccezione il netto 3-0 interno rifilato alla Virtus Francavilla. In occasione dell'ultima giornata di campionato la sua assenza era dovuta ad un'eccessiva somma di ammonizioni. Ma quando (e se) il campionato riprenderà lui ci sarà e sarà sempre tutta un'altra storia. Perché il fulcro del centrocampo del Monopoli è lui. 

Sezione: MONOPOLI / Data: Sab 14 marzo 2020 alle 10:45
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print