Un futuro incerto per il calcio italiano. A parlarne è il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora in onda su La 7:"La mia non è una posizione contro Speranza, se ci fossimo trovati di fronte a una situazione nella quale si sarebbe dovuto chiudere tutto il paese avremmo preso decisioni diverse ma non volevo che a pagare fosse solo lo sport. Per quel che riguarda gli sport di gruppo dobbiamo privilegiare gli allenamenti individuali. No alle partite.

Sulla fine dei campionati: Ce la possiamo fare ma non so se si potrà arrivare fino in fondo. Non abbiamo certezze, né sulla Serie A né su altri aspetti. La Lega deve trovare un piano B e un piano C".

Sezione: SERIE A / Data: Mar 20 ottobre 2020 alle 14:33
Autore: Davide Abrescia
Vedi letture
Print