È stato firmato ieri a Roma dal presidente della FIGC Gabriele Gravina e dal presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo Andrea Abodi un Protocollo d’intesa per sostenere finanziariamente i Club professionistici che partecipano ai Campionati di Serie B e Serie C. L’accordo stabilisce i criteri di utilizzo del “Fondo Sostegno Calcio”, costituito con risorse della FIGC pari a 5 milioni di euro, per l’erogazione di contributi a fondo perduto alle Società di Lega B e Lega Pro, in regola con gli adempimenti federali, dell’importo massimo, rispettivamente, di 100 mila e 50 mila euro.

COME FUNZIONA. Il contributo della FIGC rimborserà una parte degli oneri sostenuti dai Club, relativi a finanziamenti per liquidità per un massimo di 50 milioni di euro, concessi dall’ICS e garantiti dal Fondo Centrale di Garanzia PMI del Medio Credito Centrale. L’importo massimo di ciascun mutuo sarà di 1 milione di euro per le società di Lega B e di 500 mila euro per quelle di Lega Pro: sull’importo di mutuo sarà calcolato il contributo del 10% del Fondo Sostegno Calcio. "Alla crisi si risponde con un sistema di nuove soluzioni e di concrete progettualità - ha dichiarato Gabriele Gravina, presidente della FIGC –. Grazie all’intervento del Credito Sportivo, la disponibilità della Federazione si trasforma in un volano di ripresa e di sviluppo che aiuterà i club a fronteggiare e a superare questo terribile momento". 

Sezione: ALTRE NOTIZIE / Data: Gio 18 marzo 2021 alle 09:00
Autore: Stefano Di Bella
Vedi letture
Print