“Siamo padroni del nostro destino” così Orlandi nella giornata di ieri. Frase più giusta non poteva esserci, con il Casarano che al “Tonino D’Angelo” contro la Team Altamura conferma il tabù trasferta e dopo tre risultati utili nella nuova gestione tecnica trova la prima sconfitta, ad un mese e mezzo dall’ultima volta. Mattatore del match per i murgiani Spano, con i padroni di casa che hanno tenuto le redini della gara per gran parte della disputa eccezion fatta per qualche frangente superficiale nella ripresa. Ingenuità di Tascone che con l’espulsione nel secondo tempo neutralizza i suoi che gettano al vento un’altra occasione per tener testa al Taranto.

Monticciolo schiera i suoi in partenza con il 3-4-1-2 che vede la conferma della difesa di Sorrento, stesso discorso vale a centrocampo, con le uniche novità in avanti che vede Guadalupi agire alle spalle di Bozzi e Spano, con l’incredibile assenza di bomber Croce. Dal canto opposto invece confermato il 4-3-3 che vede Argento alla sinistra della difesa, mentre a centrocampo conferma per la seconda gara consecutiva per Feola-Bruno-Tascone. In attacco si fa fronte a un Mincica non informa e l’assenza di Sansone, con il tridente composto da Ficara, Santoro e Rodriguez dal 1’.

Primo tempo: Ospiti che partono con l’acceleratore premuto nel primo tempo. Prima un suggerimento centrale di Ficara viene raccolto da Donini che in uscita tempestiva neutralizza Santoro, poi una conclusione dal vertice mancino dell’area di Santoro sorvola la traversa di un paio di metri. Sul capovolgimento di fronte cross di Casiello sul secondo pallo per Fedel, il quale viene anticipato a tu per tu da Feola, con quest’ultimo che si rifugia in angolo. Al minuto 13’ Santoro approfitta di un errore in disimpegno del pacchetto arretrato murgiano e calcia dall’interno dell’area trovando il muro delle difesa, Kanoute a questo punto vede Spano partire a campo aperto e lo lancia: il numero 11 sorprende Argento e Syku, supera Pitarresi a tu per tu e poi insacca a rete siglando il gol dell’1-0. Poco dopo il quarto d’ora Baradji crossa per Bozzi che tenta la rovesciata che non gli riesce, poi Fedel non tocca a pochi metri dalla porta. Stesso copione poco dopo quando Fedel crossa per Guadalupi che non impatta a un metro da Pitarresi. La gara risulta spezzettata nei frangenti seguenti, fino al minuto 27’ quando Casiello servito al limite dell’area crossa dove c’è Bozzi che viene fermato da un colpo di testa di Syku tempestivo. Il Casarano si fa vedere in avanti sessanta secondi dopo la mezz’ora con Santoro che dalla catena mancina cerca sul lato opposto Rodriguez: la sfera taglia l’area e non trova nessun pretendente. Da segnalare al minuto 34’ un leggero infortunio per Logoluso che lascia anzitempo il campo e viene rilevato da Lucchese. Al minuto 38’ Rodriguez lancia Santoro in profondità, Donini ingenuamente esce dall’area di competenza per contrastare la punta che furbescamente con un tocco sotto indirizza in rete: la palla viene salvata sulla linea da Lanzolla. Al minuto 42’ è doppia chance con Figliomeni che si fa raggirare da Bozzi il quale dal limite dell’area fa partire una conclusione di destro respinta da Pitarresi, poi sulla ribattuta Guadalupi trova il secondo intervento dell’estremo difensore rossazzurro che si rifugia in angolo. La prima frazione si chiude senza occasioni ed emozioni nei frangenti finali. 

Primissime battute che vedono la Team Altamura protagonista, con al terzo una grandissima occasione per i murgiani. Spano servito sulla sinistra fa fuori Pagliai, si accentra e fa fuori i due centrali e a tu per tu con Pitarresi calcia incredibilmente a fin di palo senza trovare il gol del raddoppio. Al quinto Spano tocca per Bozzi che spalle alla porta trova a suo supporto Baradji e lo serve: il francese calcia di prima con piattone e vede la sfera terminare al lato. Ribaltamento di fronte ed ennesimo suggerimento in corsa di Rodriguez per Santoro che a tu per tu con Donini si fa ipnotizzare e causa il malcontento per i pochi presenti sulla tribuna! Casiello al minuto 53’ su tocco di Guadalupi conclude in porta ma trova la presa di Pitarresi. Un minuto dopo è ingenuità di Tascone in area si lascia cadere a terra e viene espulso per simulazione, al netto dell’ammonizione già ricevuta nella prima frazione. Il Casarano reagisce e con un uomo in meno mette in apprensione i padroni di casa che in appannaggio concedo qualcosa, tanto che al 60’ Rodriguez trovato in area con una verticalizzazione tocca con il piattone e colpisce il palo: ciò nonostante gioco fermo per ofside del cubano. Al minuto 65’ Baradji tocca in area per Bozzi che conclude con l’interno, Figliomeni intuisce il pericolo e si immola sulla sfera mettendoci una pezza. Al minuto 67’ è ripartenza del Casarano con Mincica che in tre contro due dalla destra pone al centro per Favetta il quale calcia, Donini si oppone e Rodriguez trova il tapin vincente sulla ribattuta: nonostante ciò tutto fermo per una posizione di fuorigioco in partenza da parte di Mincica. Poco dopo Guadalupi da fuori area ci prova, palla centrale ben controllata da Pitarresi. Al minuto 72’ prende campo la Team Altamura che spinge in avanti e dopo una manovra insistita trova la conclusione di Langone dal limite dell’area che non impensierisce gli avversari. Nel finale il Casarano si schiera con un 3-2-4 nel tentativo di portare a casa almeno un punto. Al minuto 85’ è grandissima occasione per il Casarano, con Favetta che riceve solo sul secondo palo, controlla e al momento della conclusione mastica sorprendentemente il pallone che si adagia sul fondo. Nel finale prima Donini ci mette la manona su un cross di Favetta poi lo stesso non blocca un pallone in area che viene allontanato dalla difesa.

TEAM ALTAMURA-CASARANO 1-0: 13’ pt Spano (A).

TEAM ALTAMURA (3-4-1-2): Donini; Konaute, Russo, Lanzolla; Casiello, Logoluso (34’ Lucchese), Baradji (70’ Langone), Fedel; Guadalupi (86’ Pantano); Bozzi (65’ Croce), Spano (77’ Ansani). A disp.: Bozzi, Torrevoli, Lorenzo, Gambuzza. All.: Monticciolo.

CASARANO (4-3-3): Pitarresi; Pagliai (78’ Galfano), Syku, Figliomeni, Argento; Feola (66’ Giacomarro), Bruno (83’ Negro), Tascone; Ficara (52’ Mincica), Santoro (55’ Favetta), Rodriguez. A disp.: Guido, Atteo, , Lonbjanidze, Longhi. All.: Orlandi.

Terna arbitrale: dirige Dario Duzel della sezione di Castelfranco Veneto, coadiuvato dal primo assistente Matteo Negri (Trieste) e il secondo Matteo Dellasanta (Trieste).

Ammoniti: Tascone (C), Russo (A), Casiello (A), Figliomeni (C),

Espulsi: Tascone (C).

Note: gara disputata a porte chiuse in ottemperanza alle normative anti covid-19.

Angoli: 6-4. Rec.: 1’ pt, 5’ st.

Sezione: CASARANO / Data: Gio 01 aprile 2021 alle 17:05
Autore: Simone Cataldo / Twitter: @SimoneCataldo12
Vedi letture
Print