La stragrande maggioranza degli avvicendamenti tecnici susseguitisi sulle panchine delle pugliesi di D non ha sortito gli effetti sperati: fa eccezione soltanto quanto accaduto a Cerignola, dove l’arrivo di Feola ha stravolto (in positivo) gli equilibri, tant’è che la media-punti della compagine ofantina è passata da un poco edificante 1,1 (dieci gare e 11 punti sotto la gestione-Potenza) a un netto 2,37 (16 gare e 38 punti sotto la gestione-Feola).

Il rammarico più grande in casa ofantina, in caso di sospensione definitiva che dovrebbe essere ufficiale tra pochi giorni, è quello di non poter contendere il primato al duo Bitonto-Foggia, ma anche alla sorpresa Sorrento: la rimonta, che ha proiettato i gialloblù dagli inferi alle zone nobili della classifica, risulta incompleta e con otto gare a disposizione, e senza scontri diretti in calendario, la possibilità di renderla epica non era assolutamente remota, anzi.

Nelle prossime settimane la famiglia Grieco dovrebbe esprimersi in merito: il mancato ripescaggio della scorsa estate brucia ancora, ragion per cui bisognerà comprendere se sussistano le condizioni per ottenere la C dalla porta di servizio. Al momento è tutto in standby.

Sezione: CERIGNOLA / Data: Sab 16 maggio 2020 alle 14:30
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print