Come reagireste se, aprendo la mail di posta elettronica, trovaste una missiva firmata Everton FC? Probabilmente pensereste ad uno scherzo di qualche buontempone o, peggio, ad una fake news. E non vi nascondiamo che è stato uno dei primi pensieri: di questi tempi fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio.

Facciamo un passo indietro. Primi giorni di dicembre, il 7 per l’esattezza. Al “Vito Curlo” è appena stato presentato Denis Stracqualursi detto “El Traca”, attaccante proveniente dal Taranto e con un passato importante in Argentina, nel Tigre, e in Inghilterra, a Liverpool sponda Everton. Tutti i riflettori sono puntati su questo nuovo acquisto del patron Franco D’Amico, da sempre vigile e attento sul mercato di calciatori sudamericani, anche se qui non si tratta di una scommessa. Stracqua infatti, oltre alla storica tripletta alla Bombonera contro il Boca Junior di Riquelme, con la maglia Tofee si è messo in mostra come capocannoniere della FA CUP 2011/2012, segnando a portieri del calibro di Petr Cech, Joe Hart e Pepe Reina. Adesso però dovrà onorare e difendere i colori biancazzurri pugliesi e non più inglesi, e tutti gli occhi della stampa, locale e non, sono su di lui.

Nella miriade di mail ricevute nella casella della posta elettronica addetto_stampa@usfasano.it ce n’è una che desta particolarmente la mia attenzione: “Denis Stracqualursi interview request from Everton FC | Denis Stracqualursi richiesta di intervista da Everton FC”. L’ipotesi dello scherzo però ha retto ben poco. Dopo qualche breve ricerca e soprattutto dopo aver letto la mail fino in fondo, la firma in calce era inequivocabile: “Paul McManara, content producer. Goodison Park Box Office / Everton Two, Liverpool One” con tanto di stemma ufficiale della società calcistica di Liverpool… era tutto vero!

“Ciao Gerry,

Spero che tu stia bene e che tutti a Fasano siano sani e salvi.

Vorremmo parlare con Denis Stracqualursi per un'intervista, se possibile, per favore?

È bello vedere Denis ancora giocare e fare bene.

L’articolo verrà pubblicato sul nostro sito web e in una delle nostre riviste di matchday.

Verrà anche pubblicizzato sui nostri canali di social media e se parlassimo su Zoom utilizzeremmo alcuni video sul nostro sito web.

L'intervista riguarderebbe la stagione di Denis con l'Everton ma anche la sua carriera in maniera più allargata, fino al suo trasferimento a Fasano.

Saremmo, ovviamente, lieti che tu abbia l'approvazione finale su qualsiasi cosa pubblichiamo.

Molte grazie e saluti,

Paul”

L’emozione, ovviamente, non può non aver preso il sopravvento. Non capita tutti i giorni scambiarsi missive con uno dei più longevi e storici club inglesi e soprattutto non può lasciare impassibili il fatto di collaborare e lavorare congiuntamente all’ufficio stampa e comunicazione dell’Everton FC.

Questo tipo di professionalità e mentalità denota quanto sia importante per gli inglesi il calcio e tutto il mondo ad esso annesso. Questo tipo di approccio professionale ad una realtà distante e certamente più piccola del club di Goodison Park come quella di Fasano, mette in risalto un aspetto molto importante e che dovrebbe soltanto esserci d’esempio: non importa se sei un club di prima serie o quarta serie, verrai trattato in egual modo sia se giochi al “Vito Curlo” sia se giochi con me il derby ad “Anfield Road”.

“Mentalità top” come l’ha definita il nostro direttore generale Antonio Obbiettivo.

Ovviamente tutta l’Us Città di Fasano ha accolto con grande piacere la richiesta della società inglese, a cui ‘concederà’ Stracqua per tutte le interviste e le ospitate streaming richieste. Massima disponibilità da parte dei due club che, oltre a condividere Denis, condividono meravigliosamente anche gli stessi colori sociali.

I biancazzurri e i blu and white uniti, seppur momentaneamente distanti. Perché “momentaneamente”? Perché non è da escludere che in estate si possa organizzare un’amichevole “Fasano-Everton” (o meglio, Everton- Fasano) magari per permettere a Denis di riabbracciare vecchi amici. Utopia? Non lo sappiamo. Ma qui al “Curlo”, caro Everton, nel caso in cui ci fosse la possibilità, siamo pronti con la maglia biancazzurra, la valigia e il biglietto aereo, pronti a volare a Goodison Park. A voi la palla!

Di seguito la risposta del nostro ufficio stampa all’Everton FC:

“Ciao Paul,

noi stiamo bene e spero anche voi.

Grazie per la richiesta, siamo felici di poter collaborare.

Ci sentiamo il prossimo mese per concordare l’intervista a Denis.

Ti lascio il mio numero di telefono: il Vito Curlo e Goodison Park non sono mai stati così vicini grazie alla tecnologia!

Grazie ancora e buona fortuna per il vostro cammino in Premier League”

Sezione: FASANO / Data: Mar 29 dicembre 2020 alle 13:56 / Fonte: Ufficio Stampa U.S. Fasano
Autore: Davide Abrescia
Vedi letture
Print