Bipolarismo perfetto, o quasi: il girone H di Serie D va verso una nuova dimensione, in un campionato fin qui rimasto senza padroni, quella del duello. Pronti? All'armi. Il Sorrento cede il passo al Portici che, undicesimo, ha il miglior attacco del girone. 0-3, sogni di gloria già finiti? Perché il Casarano lancia la sfida al Taranto, battendo il Cerignola 5-3. Rossoblù fermi, per l'emergenza Covid, al rientro sarà un tour de force ma Laterza con sei punti, e due partite in meno giocate fin qui, andrebbe in testa da solo. Certo, lo scoglio del Coronavirus, sarà un pugno nello stomaco da superare e da capire anche come si supererà. Eccolo, il bipolarismo, perfetto o quasi, proprio quando il sistema americano entra in crisi: sarà testa a testa tra Casarano e Taranto, fino alla fine. Anche perché l'Altamura, che sembrava la vera alternativa, il terzo polo, ha preso due schiaffi a Nardò che ne ridimensionano fortemente le aspirazioni, al di là della classifica, di oggi e di un -5 dal primo posto. Il Lavello si ferma fuori casa, il Bitonto addirittura oggi farebbe i playout. E nel mezzo c'è il Brindisi: altro che rivoltosi americani, questa è la vera rivoluzione di questo girone. Una squadra viva, vera, forte. In un campionato senza padroni, ma che va verso un bipolarismo perfetto, può ancora succedere di tutto. Chi perderà, di certo, non resterà come Trump. Vedi a volte, l'avere i playoff? È presto per pensarci.

Sezione: L'EDITORIALE / Data: Lun 11 gennaio 2021 alle 15:01
Autore: Giuseppe Andriani / Twitter: @peppeandriani
Vedi letture
Print