Non è soltanto una questione di classifica: Taranto primo, Casarano secondo. Nel campionato più strano di sempre, quello nel quale serve la calcolatrice per leggere la graduatoria sempre parziale e mai definitiva, quasi come se non fosse vera, c'è la prima sfida a distanza. Che poi a distanza, si fa per dire, visto che domenica si affronteranno. Taranto e Casarano hanno lanciato la volata e i due successi di ieri servono a rendere ancora più speciale il confronto diretto di domenica prossima: chi vince lancia la fuga, a una vita dal traguardo, è vero, ma pur sempre una fuga. Forse prematura, forse ancora da prendere con le pinze, ma rispetto a chi insegue, al Nardò e all'Andria senza gare da recuperare, al Lavello poco costante, al Picerno ancora da capire, Taranto e Casarano hanno già dimostrato, sì, di avere qualcosina in più. E soprattutto di avere tutto quello che serve per provare a tirare questa eventuale fuga fino alla fine. Nell'epoca in cui tutto diventa a distanza, domenica c'è la sfida in presenza: e vale tanto, tantissimo. Anche nel primo campionato da giocare interamente col Covid. Buona settimana.  

Sezione: L'EDITORIALE / Data: Lun 15 marzo 2021 alle 11:30
Autore: Giuseppe Andriani / Twitter: @peppeandriani
Vedi letture
Print