Decisivo contro la Puteolana per il primo successo del Nardò in campionato, Giuseppe Massari si candida per un ruolo da "giovane" protagonista tra le fila dei granata. E TUTTOcalcioPUGLIA.com lo ha intervistato in esclusiva per capire emozioni e sensazioni dopo il gol di domenica.

Esordio con gol. Una partenza niente male...
"Iniziare subito con un gol, in Serie D e davanti a un pubblico così caldo fa enorme piacere".

Ha messo alle spalle un serio infortunio. Ora quali sono gli obiettivi stagionali?
"Sono appena rientrato da un grave infortunio al ginocchio. Mi sono ripreso subito grazie al lavoro dello staff e ai miei compagni. L'obiettivo è quello di segnare tanti gol e collezionare presenze e fare esperienza, essendo al mio primo anno in Serie D".

Una vittoria-liberazione domenica, dopo qualche problema iniziale. È cominciato dalla Puteolana il vostro campionato?
"Assolutamente sì, mi auguro la vittoria di domenica sia un punto di partenza. Dobbiamo continuare ad allenarci con la stessa intensità vista nella settimana che ha preceduto la sfida contro la Puteolana".

Per chi non la conosce, che tipo di attaccante è Massari? C'è un calciatore al quale s'ispira?
"Sono un attaccante che dà l'anima in campo, che lotta per gli obiettivi della squadra e per aiutare i compagni. E se dovessi fare un nome di un calciatore al quale m'ispiro, direi Insigne".

Cosa le chiede Danucci in campo?
"Di dare tutto, di correre novanta minuti. E di fare ciò che so fare, senza esagerare o forzare la giocata. Fare ciò che ".

Sezione: NARDÒ / Data: Mer 21 ottobre 2020 alle 09:43
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print