Antonio Vincenti, amministratore delegato del Nardò, ha parlato ai microfoni della Gazzetta del Mezzogiorno dopo lo stop del campionato per coronavirus. Queste le sue dichiarazioni: "L'emergenza è stata studiata, non entro nello specifico delle soluzioni adottate, che ovviamente accettiamo. Il calcio è uno sport popolare e senza pubblico non ha senso. Prendiamo atto con serenità della decisione e guardiamo avanti. La macchina non si ferma il Nardò si troverà preparata a tutte le evenienze e a tutte le nuove, eventuali date programmare. Lo sport è salute. La saluta prima di tutto".

Sulla stagione: "È un momento topico indubbiamente, sono rimaste otto battaglie e se gli avversari incrociano lo stesso destino i punti hanno un valore doppio. I ragazzi sono consapevoli e preparati ad affrontare questa fase".
 

Sezione: NARDÒ / Data: Ven 06 marzo 2020 alle 17:30
Autore: Manuel Panza / Twitter: @manuel_panza
Vedi letture
Print