Conferenza stampa fiume quella di Michele Calia, presidente della Team Altamura, che in primis torna su quanto accaduto (a suo dire) in quel di Gravina in concomitanza del derby della Murgia disputatosi lo scorso 23 dicembre:

“Il comportamento inscenato da alcuni dirigenti del Gravina è stato semplicemente vergognoso: siamo stati trattati male e rinchiusi per un’ora nel settore ospiti a noi riservato. Ci tengo a formulare, però, una premessa: nessuno, in questo sport, è un santo e durante la partita può scappare una parola di troppo, ma quando il tutto va oltre e sfocia in condotte poco consone, allora bisogna fare una riflessione. Ci tengo a complimentarmi con il Gravina per la gara disputata e anche con il loro team manager Massari, l’unico a fari spenti a scusarsi. Ad Altamura nessuno è mai stato trattato, e mai verrà trattato, in questa maniera”.

MERCATO. “La cessione di Biason non era prevista, ma le pressioni da parte della dirigenza del Bitonto sono state non indifferenti e l’atleta voleva tornare lì: sicuramente non volevamo cederlo, ma intanto abbiamo ingaggiato un mediano, Gaetano Logoluso, classe ’97, che ci darà una grossa mano”.

PROSPETTIVE. “Fare calcio in questa maniera è veramente difficile: la nostra è una dirigenza dimissionaria dopo quanto accaduto contro il Sorrento, ma fino a fine stagione garantiamo il nostro impegno, dopo si vedrà, anche se non so sinceramente quale potrebbe essere il futuro di questa società senza queste persone che, tra mille sacrifici, garantiscono il calcio alla città di Altamura. Abbiamo quattro punti di distacco dalla vetta, invece ho l’impressione che in molti aspettino una sconfitta per criticare l’allenatore o il giocatore: abbiamo vinto a Picerno e contro il Lavello, vedremo in quanti ci riusciranno”.

Sezione: ALTAMURA / Data: Mar 05 gennaio 2021 alle 19:00
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print