Il Casarano all’indomani del pareggio esterno al “Lorusso” di Venosa contro il Lavello per 2-2, quest’oggi è tornato ad allenarsi, per preparare nel migliori dei modi il prossimo impegno casalingo che vedrà i rossazzurri ospitare il Picerno. Nel frattempo, però, Gabriele Pagliai, giovane terzino del sodalizio salentino è voluto tornare sulla gara di domenica in terra lucana, commentando così il match ai microfoni di Diffusione Stereo nel corso del programma “Meeting - i fatti e i protagonisti dello sport”: “Nel primo tempo - esordisce - abbiamo sofferto molto. Il Lavello ci ha messo in difficoltà, la squadra di Zeman correva tanto a centrocampo ed era scaltra in occasione delle manovre offensive. Nel corso della seconda frazione li abbiamo sorpresi e siamo riusciti a riprendere la gara. Eravamo consapevoli delle difficoltà che comportava una sfida del genere, dal momento in cui il Lavello è guidato da un ottimo tecnico, nonché dotato di ottime individualità. Mister Feola alla vigilia ci aveva avvertito delle insidie del match, perciò non siamo rimasti sorpresi per quanto fatto dai nostri avversari”. 

Ad oggi il Casarano ricopre la prima posizione, seppur un rendimento in trasferta tutt’altro che soddisfacente. Ma la diretta concorrente Taranto deve ancora recuperare tre turni, fattore non di poco conto con cinque punti che dividono i salentini dagli ionici: “La classifica rispecchia - spiega il giovane classe ‘02 - quanto fatto dalla squadra fino ad oggi, se siamo lì un motivo ci sarà. Noi pensiamo al nostro primato, non ci interessa guardare cosa fanno le altre. Dobbiamo dare il massimo in campo per ottenere il maggior numero di vittorie. Se il Taranto dovesse fare bottino pieno nelle tre gare che gli mancano all’appello gli faremo i più sentiti complimenti, restando allo stesso tempo attenti ai nostri impegni”. 

Domenica tra le mura amiche del Capozza la banda di Feola ospiterà il Picerno di Ginestra per dare vita a un altro grande scontro. Un avversario ostico e che potrebbe anch’esso, metterli in serie difficoltà: “Sarà una - dice Pagliai - gara difficile, come tutte quelle che abbiamo affrontato e affronteremo da domenica in avanti. Dovremmo dare il massimo in campo e scendere con la voglia di vincere, come se fosse il match della vittoria finale. Bisognerà stare attenti fin dall’inizio per evitare sorprese”. 

Infine parla dei margini di miglioramento della sua squadra, la quale a detta di tutti, non sembrerebbe eccellere per bellezza ed efficacia in campo: “Si può sempre migliore - conclude l’esterno rossazzurro - ci sono molte cose da perfezionare. Non abbiamo fatto ancora nulla, perciò seguiamo il nostro percorso nel tentativo di accantonare anche quelle imperfezioni che fino ad oggi ci hanno penalizzati. Sono certo che la squadra debba ancora dimostrare il suo vero valore, perciò solo migliorando i punti di debolezza e crescendo gradualmente potremmo dimostrare chi siamo” 

Sezione: CASARANO / Data: Mar 19 gennaio 2021 alle 15:30
Autore: Simone Cataldo / Twitter: @SimoneCataldo12
Vedi letture
Print