Da Denis Stracqualursi a Badr El Ouazni, attaccanti senza fissa dimora. Il valzer delle punte, in Serie D, è già cominciato fin dall’alba di questa sessione di mercato. Se l’argentino, ex Everton, non ha per niente impressionato a Taranto, tanto da passare in poche settimane dal grande colpo per l’attacco ad esubero da piazzare, non è andata meglio per ora al ventinovenne ex Juve Stabia e Foggia, di proprietà del Casarano. Per quest’ultimo cinque presenze stagionali, ma soltanto due da titolare. E l’impressione che abbia davanti una gerarchia che lo penalizza: da Mincica ai più quotati Sansone e Rodriguez. Anche lui potrebbe cambiare aria a dicembre per andare a giocare con più continuità, di sicuro le richieste non mancano. Spente sul nascere, invece, le voci di un possibile addio di Loris Palazzo al Brindisi, ma non è una novità che l’Altamura lo segua da tempo e che già la scorsa estate, dopo l’addio alla United Sly, abbia provato a riportarlo in biancorosso. Appena quattro gol in quattro partite per il Fasano, peggior attacco del campionato insieme a Puteolana e Aversa: anche in questo caso la dirigenza biancazzurra si sarebbe attivata per regalare un ulteriore centravanti al tecnico Catalano, a cui il solo Cavaliere non basta. Siamo solo all’inizio, ma c’è già da divertirsi: il valzer delle punte è appena iniziato.  

Sezione: FOCUS / Data: Gio 03 dicembre 2020 alle 11:13
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print