Dal 24 novembre 2019 al 24 ottobre 2020. Quasi un anno, stesso copione per Federico Mastropietro ma esito decisamente opposto per la Virtus Francavilla. Stesso stadio, stesso clima: il numero undici biancazzurro, sotto la pioggia, segna al Potenza. Undici mesi fa furono i lucani a sbancare il Giovanni Paolo II vincendo 4-3, sabato sera è stata la compagine allenata da Bruno Trocini a servire il freddo piatto della vendetta. Un 2-1 in rimonta che equivale al primo successo della stagione 2020/21, arrivato grazie alla zampata sotto porta del giovane centrocampista classe ’99.

Un’altra prestazione sontuosa, di qualità e a tutto campo. Lui, mezzala e all’occorrenza trequartista, quando in avanti si presenta un’emergenza numerica viene schierato da seconda punta. A Castellammare, contro la Juve Stabia, ha sfiorato il colpo del possibile ko da infliggere alle Vespe, quel pallonetto finito fuori di un soffio; con la Paganese è andato vicino al gol nel finale, al 91’. L’urlo di liberazione è arrivato contro il Potenza, il quarto in maglia biancazzurra e tra i professionisti. L’uomo della provvidenza, che distrugge una striscia negativa che vedeva la Virtus Francavilla mai vittoriosa in questo primo scorcio di stagione. Un urlo di liberazione.

Sezione: FOCUS / Data: Lun 26 ottobre 2020 alle 08:00
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print