Archiviata la bella e sofferta vittoria interna contro la Cavese, la Virtus Francavilla del tecnico Bruno Trocini vuole dare continuità ai risultati, con la speranza di regalarsi un Natale felice, mangiando il panettone nella zona playoff. Tutto questo è possibile, nonostante ci si trovi ad appena due partite prima della pausa natalizia. Due partite, due trasferte: difficili quanto insidiose. Prima Viterbo, dove i biancazzurri sfideranno ancora una volta il loro passato, con mister Calabro che sulla panchina gialloblù ha inanellato quattro sconfitte consecutive in campionato da quando è tornato sulla panchina dei leoni, segnando appena un gol nel match esterno contro la Ternana. Una partita sicuramente non semplice dal punto di vista nervoso, con gli imperiali che vorrebbero dare continuità di risultati (dato che con le prestazioni i biancazzurri, eccezion fatta per Monopoli, non hanno mai deluso) e dall’altra i gialloblù vorrebbero dare una significativa sterzata al momentaccio che stanno attraversando. Non solo Viterbese, però, come detto prima di Natale ci sarà un’altra importante sfida: i biancazzurri incontreranno la Reggina, vera capolista di questo campionato sempre più imprendibile con 46 punti all’attivo e zero sconfitte in campionato (registrando il record come unica squadra imbattuta d’Europa nel professionismo). Se quella contro gli amaranto sembra quasi una mission impossible, quella contro la Viterbese invece appare come un match sulla carta abbordabile per gli imperiali e, con una classifica così corta, potrebbero bastare anche una vittoria ed un pareggio per poter mangiare a Natale un panettone che sa di playoff.

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Ven 13 dicembre 2019 alle 10:30
Autore: Stefano Di Bella / Twitter: @Dibella97
Vedi letture
Print