Maximiliano Ginobili, vice allenatore della Virtus Francavilla, ha presentato così la sfida di domani contro la Paganese in conferenza stampa: "Loro arrivano da una brutta sconfitta, noi veniamo da risultati negativi. Abbiamo studiato bene i nostri prossimi avversari: domenica non hanno fatto una gara all'altezza, ma prima avevano giocato bene. Sappiamo il loro valore, servirà dare il massimo in una sfida dura e difficile. Andremo con la testa giusta perché dovremo portare punti a casa. Non stiamo raccogliendo ciò che realmente meritiamo".

Come sta la squadra da un punto di vista psicologico? C'è paura?
"Moralmente la squadra non stava bene domenica notte, però sono dei professionisti e sanno che bisogna subito pensare alla prossima partita. In più hanno la consapevolezza che con un pizzico in più di fortuna questi risultati devono cambiare. Le prestazioni che stanno offrendo sono di un livello importante, questo ci fa stare ancora sul pezzo, convinti che prima o poi la ruota girerà a favore nostro".

Insidia Torre?
"La Paganese è da anni che fa del proprio campo un punto di forza. Sappiamo che è una squadra organizzata, altroché in difficoltà. È una trasferta ostica, ma la Virtus se la gioca a viso aperto con chiunque in casa e fuori".

Zenuni trequartista visto con il Catania è una soluzione anche per il futuro?
"A centrocampo siamo completi, i ragazzi stanno bene e abbiamo la possibilità di ruotare e far giocare chi sta meglio. Zenuni in passato ha fatto quel ruolo, è una soluzione che potrà rivedersi anche in futuro, senza dubbio".

Avete pensato eventualmente di cambiare modulo?
"Uno deve cambiare quando non vede progressi, gioco. I risultati sono una cosa fondamentale, è vero, ma secondo noi meritavamo di più in cinque partite su cinque. Non vedo perché bisogna cambiare...".

Come mai Puntoriere non ha giocato contro il Catania?
"Francesco sta bene, è un calciatore che può darci una grande mano. Avrà le sue chance, forse secondo il mister domenica non era la partita giusta per lui".

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Mar 20 ottobre 2020 alle 11:00
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print