Complice l’assenza del capitano, Henderson ha scalato le gerarchie lì sulla trequarti. Il Direttore Corvino lo ha scelto per rimpolpare il centrocampo giallorosso. Giocatore di gamba, inserimento, grinta, tecnica e visione di gioco. Inizialmente, era la mezzala di sinistra nel 4-3-1-2. All’occorrenza, ha fatto anche la mezzala destra . Nel girone di ritorno, mister Corini ha lavorato sulle sue qualità intravedendo il suo potenziale ad accompagnare le avanzate giallorosse. 

La partita di Cremona ha segnato la svolta. Gli addetti ai lavori avevano storto il naso, eppure, lo scozzese ha sempre dimostrato grandi capacità come rifinitore. Sono bastate pochissime partite per capire l’importanza della sua interpretazione del ruolo. C’è da dire che tanto è stato fatto dallo staff. In particolare da mister Matteo Camoni. Il match analyst giallorosso, dall’inglese fluente, lavora su Henderson e sul ruolo durante tutta la settimana. Il lavoro è finalizzato a migliorare i movimenti ad accompagnare l’offensiva e a concludere a rete. I risultati si vedono con tre gol e otto assist.

Non è facile sostituire capitan Mancosu che da tre anni a questa parte è il padrone della trequarti. Henderson, però, con altre caratteristiche, forse piu consone all’idea di calcio di mister Corini, è riuscito a conquistare un ruolo delicato e fondamentale. Lo scozzese vuole riconquistare la Serie A, soltanto assaporata con la maglia del Verona. A 24 anni, è pronto per il salto definitivo in massima serie. Considerando che il suo cartellino è di proprietà del Lecce, i tifosi vorrebbero vederlo in Serie A con la maglia giallorossa.

Sezione: LECCE / Data: Lun 19 aprile 2021 alle 07:30
Autore: Stefano Sozzo / Twitter: @stesozzo
Vedi letture
Print