Monopoli e la Serie B: un binomio tanto auspicato, chissà se un giorni diventerà mai realtà. Di sicuro le prestazioni fornite dalla squadra di Scienza e la più che lusinghiera classifica hanno sin qui autorizzato a sognare. Il Coronavirus, da questo punto di vista, è giunto proprio nel momento peggiore. 

Ma in passato, malgrado l'attuale terzo posto del gabbiano, c'è già stata un'altra squadra della città adriatica a sfiorare ancor più intensamente il sogno Serie B. Parliamo dell'Audace Monopoli, club sorto nel 1926 e coi colori bianconeri. Un'altra società rispetto a quella attuale (sorta nel 1958, con post-datazione del 1966), con tutt'altra storia. La stagione da ricordare era la 1946/47: memorabile già di suo per il calcio pugliese, visto lo storico settimo posto in A maturato dal Bari, capoluogo di regione distante appena quaranta chilometri. Ed ora, a breve, una squadra dell'omonima provincia poteva raggiungere livelli cosi alti. La compagine bianconera era stata promossa l'anno prima in C, vincendo il campionato di Prima Divisione Pugliese. In quello successivo fu inserita nel girone B, assieme tra le varie a Benevento, Avellino, Trani, Barletta e Potenza. Il rendimento fu soddisfacente: secondo posto con 36 punti, frutto di 14 vittorie e 4 pareggi. Solo i giallorossi sanniti si comportarono meglio e questo rendimento fu comunque sufficiente per accedere alla fase successiva. 

Nel girone finale l'Audace Monopoli affrontò Benevento, Turris, Giostra Messina, Messina e Nocerina. Decisivo, ma purtroppo infausto, fu lo spareggio contro i molossi del 7 agosto 1947: secco 4-1 finale per i campani e sogni di gloria sfumati. Entrambe le compagini chiusero a pari punti, a quota 13. Da allora il calcio monopolitano non è più riuscito a riavvicinarsi a tale impresa. Ma in futuro mai dire mai: la speranza è l'ultima a morire. 

Sezione: MONOPOLI / Data: Sab 28 marzo 2020 alle 10:30
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print