Nonostante una prima parte di stagione vissuta in panchina non esclusivamente per scelta tecnica, ma anche in relazione all’obbligo di impiegare quattro under sul terreno di gioco, Giorgio Pizzolato è divenuto (nuovamente) il baluardo dei pali del Brindisi, già difesi nell’annata di D 2014/15 e in quella passata culminata con la promozione in Interregionale dei biancazzurri.

Da Santa Maria Capua Vetere a Bitonto, Pizzolato è stato impiegato da Ciullo in undici occasioni su 13. Il classe ’95 si è reso protagonista di parate importanti, riuscendo inoltre a mantenere la porta inviolata in tre gare e infondendo fiducia all’intera retroguardia. Da panchinaro di lusso a estremo difensore insostituibile: non si esclude che il Brindisi del futuro possa ripartire proprio da Pizzolato.

Sezione: BRINDISI / Data: Dom 17 maggio 2020 alle 13:45
Autore: Vito Salvatore Di Noi
Vedi letture
Print