Tre sconfitte di fila e una classifica sempre più “triste”. Il Casarano sbanda in maniera paurosa: zero punti raccolti negli ultimi 270’ di campionato contro Gravina, Cerignola e Lavello. Il Taranto, che nelle ultime tre giornate comunque non ha vinto, è riuscito a portarsi a +2. È ancora presto per definirlo un capolinea nella volata primo posto, ma i rossazzurri si allontanano inevitabilmente dalla zona “promozione diretta”. 

Eppure il match di ieri si era messo in discesa, con il gol apripista di Rodriguez. Poi un crollo emotivo in quattro minuti, prima che Sansone riprendesse per i capelli la formazione di Zeman riacciuffando il pareggio. E, a tre minuti dalla fine, il colpo del ko di Burzio. Un Casarano fragile e che, anche a detta di Orlandi, sente un po’ di pressione. Ma è inevitabile quando i risultati non arrivano e la squadra è stata costruita in estate per ammazzare il campionato. E continua a scricchiolare la panchina dell’allenatore, subentrato a Feola e incapace di migliorare la situazione presente al momento del suo arrivo.

Sezione: CASARANO / Data: Lun 10 maggio 2021 alle 11:15
Autore: Redazione TuttoCalcioPuglia / Twitter: @redazionetcp
Vedi letture
Print