La Virtus Francavilla festeggia… Bruno Trocini: il tecnico biancazzurro, infatti, soffia oggi su quarantasei candeline. Un altro compleanno in sella alla squadra della città degli imperiali, il secondo. Lì dove il tecnico calabrese sembrerebbe aver trovato l’ambiente ideale: nessuno, in questi quattro anni di professionismo, è stato così tanto tempo alla guida della Virtus. Un progetto iniziato il 5 novembre 2018, scelto dal patron Antonio Magrì per rimpiazzare Nunzio Zavettieri dopo un avvio choc.

63 le partite totali con il Francavilla, una media punti di 1,46 a partita. Fedelissimo al 3-5-2, quel modulo che sembra ormai parte integrante di questa società. Di recente, attraverso un contest su Facebook, i tifosi lo hanno premiato come miglior allenatore di sempre in Serie C, staccando persino Calabro a cui la piazza è legata da grandi ricordi. Merito del lavoro sul campo, di un’identità di gioco ben definita data alla squadra e soprattutto per i risultati. Sotto la sua guida i biancazzurri hanno scritto pagine indimenticabili: i successi contro Catania, Catanzaro, Bari, Reggina, Ternana,  Juve Stabia, Novara e Trapani solo il fiore all’occhiello di un’avventura con tanti alti e pochi bassi, gli ultimi dovuti soprattutto agli infortuni (ad esempio come nella prima parte di questa stagione).

Sempre pacato nei toni, almeno nelle conferenze stampa, e la capacità di fare da parafulmine anche quando la squadra ha tenuto un passo un po’ più lento rispetto alla costante velocità da tenere. Trocini è sempre stato lì, sul pezzo, da condottiero vero. E oggi la Virtus lo festeggia, in attesa del rinnovo del contratto che arriverà in queste settimane per allontanare via anche le sirene di mercato. Francavilla ha dato tanto al suo allenatore e viceversa: un’equazione perfetta anche in chiave futura.

Sezione: FRANCAVILLA / Data: Dom 17 maggio 2020 alle 14:30
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print