La Serie A rischia di non tornare in campo. Dopo la conference call di ieri tra i venti club del massimo campionato italiano, ce ne sarà un’altra in giornata. Ma per trovare un punto d’incontro, probabilmente, ne serviranno ancora parecchie. Il tutto mentre L’Associazione dei Club Europei e la UEFA avrebbero raggiunto un accordo per finire i campionati entro il 15 luglio, per poi disputare la fasi finali delle coppe europee.  

Ma quanto filtra dall’assemblea telematica tra i vertici della Serie A, è concreto il rischio che la stagione vada in archivio prima del previsto. La Gazzetta dello Sport, ad esempio, spiega che se la crisi sanitaria dovesse prolungarsi anche oltre maggio, allora il campionato potrebbe saltare. Una decisione,  quella definitiva, è attesa entro Pasqua. Tuttosport, invece, in prima pagina apre con un titolo ancora più duro: “Non si gioca più!”, con il vertice tra i club definito “drammatico” e con il racconto di uno scontro tra il patron della Lazio, Claudio Lotito, e quello della Juventus, Andrea Agnelli.

Intanto, qualora non dovesse essere portato a termine il campionato, è già stata stimata una perdita di circa 720 milioni di euro tra gli introiti provenienti dai botteghini, i diritti tv e il merchandising.  La Lega Pro, invece, andrebbe a perdere dai 20 agli 84 milioni di euro.

Sezione: SERIE A / Data: Mer 25 marzo 2020 alle 09:15
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print