Gabriele Gravina, presidente della Figc, ha parlato circa la possibile riforma del campionato cadetto: "In Serie B a ogni stagione cambia il 40% delle squadre - si legge sul alfredopedulla.com -. Una retrocessa dalla A alla B non ce la fa, non basta il paracadute. E allora si deve agire sulla redistribuzione delle risorse e della flessibilità degli emolumenti. La soluzione potrebbe essere quella di due gironi di B, in verticale, non orizzontale. Dobbiamo impedire che si creino dei disadattati sociali. In Lega Pro lo stipendio medio è di 30mila euro lordi: il rischio è di arrivare a 35-36 anni e di trovarsi in mezzo al guado del futuro senza mezzi. Per questo teniamo così tanto al contratto di apprendistato e alla formazione".

Sezione: SERIE B / Data: Gio 18 febbraio 2021 alle 08:15
Autore: Stefano Di Bella
Vedi letture
Print