Antonio Sergio Filograna, Main Sponsor del Casarano, affida alla propria pagina Facebook lo sfogo successivo all'inaspettata sconfitta contro l'Aversa Normanna: "Quando si vince tutti campioni .... quando si perde......A Casarano va di moda questo detto!!! Leggo e rileggo tutti commenti .... perché mi è sempre interessato capire gli umori della piazza, soprattutto per le critiche se ovviamente costruttive e propositive! Non da oggi però noto un dissapore diffuso che logora e rende tutto più difficile, e questo mi dispiace.

Casarano è da sempre una piazza passionale ma anche molto umorale al tempo stesso, dove le vittorie sono vissute con normalità e naturalezza, e le sconfitte come 'drammi sociali'(I drammi sono altri). Nella vita non si può sempre vincere, bisogna però far tesoro ed imparare dalle sconfitte, soprattutto se insegnano qualcosa, anche se fanno stare male.

Ovviamente non giustifico nulla e nessuno, perché sono deluso, amareggiato ed incavolato per ciò che è successo ieri pomeriggio. I propositi e le aspettative erano diverse da come in campo si sono purtroppo manifestate. Ma con questo non riesco a comprendere come si possa cambiare umore e pensiero nel volgere di poche domeniche , passando da due vittorie ad una sconfitta anche se strameritata sul campo. 

Cari tifosi .... cari tifosi del Casarano ... anche io sono di Casarano e come tifoso e non solo, ho difficoltà a metabolizzare ciò che è successo. Anche io sono arrabbiato con tutti, ma non accetto che il momento di sconforto debba essere predominante e destabilizzante. Abbiamo si perso una battaglia .... ma c’è ancora una guerra da conquistare. Vogliamo giocarcelo questo campionato o vogliamo continuare a piangere??? Vogliamo ancora lottare per un posto al sole o preferiamo far vincere gli altri?

Sono convinto e sicuro che la nostra società farà tutto il possibile per far cambiare il corso degli eventi. Sono convinto che le energie verranno riversate su tutti i componenti, squadra e tecnici in primis, per far comprendere loro la serietà del nostro progetto, richiedendo di non lesinare sacrificio ed impegno a tutti. Perché qualcuno crede che la società sia contenta???? Qualcuno crede che in questi momenti la società resti con le mani in mano ?

Perdere una partita non deve alimentare solo rabbia e delusione, ma deve soprattutto trasformare l’adrenalina in carica agonistica positiva per tutti. E’ compito anche dei tifosi .... fare questo, come è giusto criticare quando qualcosa non va come dovrebbe, ma senza scendere in offese gratuite e prive di nessuna logica. La società e’ rappresentata da persone degne di stima e massima considerazione, che meritano rispetto per l’impegno, il sacrificio e la dedizione.

In questi tre anni la società ha dovuto lottare per far recuperare il credito che vantava, ha dovuto fare enormi sacrifici per ritornare ad essere considerata e rispettata ! Tutto questo non va disperso, perché questo rappresenta la “ricchezza” del Casarano. Sappiatelo...!!!! Costruire nella nostra città non è mai stato facile, ma chi ha la testa dura ..non molla e non mollerà .. mai .....nell’interesse anche di chi calpesta e denigra.

La società con il testa il Presidente Maci ha voglia di lottare .... ma sembra che molti tifosi non vogliano più lottare. Mi sbaglio? Il nostro peggior nemico è la rassegnazione. La nostra forza deve essere la carica , la motivazione e lo spirito positivo soprattutto in questi momenti. Ci vuole equilibrio .... in tutto ... anche nel calcio. È difficile, lo so ... ma il compito di tutti è proprio questo: fare “quadrato” soprattutto nei momenti difficili.

Sono convinto che cambieremo il corso degli eventi ....dobbiamo crederci tutti insieme per il bene del Casarano. Tutti vogliono vincere ....ma solo uno vincerà ! Abbiamo il dovere e la responsabilità di provarci tutti insieme perché nulla è ancora scritto , ma tutto può accadere. Io voglio provare a vincere. Forza Casarano sempre. Nel bene e nel male .... anche e soprattutto quando si perde".

Sezione: CASARANO / Data: Lun 22 febbraio 2021 alle 20:15
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print