"La salute viene prima di tutto - commenta Vincenzo Feola, tecnico dell'Audace Cerignola, a proposito del caso coronavirus - e prendere le giuste precauzioni è importante, basta davvero un piccolo contatto e si può arrivare a qualcosa di più pericoloso. È giusto così, a noi dispiace non poter giocare però accettiamo le decisioni della FederazioneMi dispiace molto sotto l’aspetto tecnico, però sotto l’aspetto umano dobbiamo privilegiare la salute".

Gli ofantini saranno lontani dai campi di gioco per due settimane: "Personalmente - conclude Feola - mi avrebbe fatto più piacere giocare subito a porte chiuse perché avremmo dovuto smaltire lo scivolone di domenica. Avevamo la rabbia in corpo per dimostrare che la sconfitta con la Gelbison è stata solo un caso".

Sezione: CERIGNOLA / Data: Ven 06 marzo 2020 alle 19:00
Autore: Francesco Ippolito / Twitter: @fraccio
Vedi letture
Print