Uno scenario che va, piano piano, confermandosi: la ripresa dei campionati, ad oggi, è sempre più difficile a causa dell'emergenza COVID-19. Ai microfoni di pianetalecce.it, il presidente dei salentini Sticchi Damiani ha fatto il punto sulla situazione economica-finanziaria del club giallorossi.

“Se dovessi fare una quantificazione per il caso dello scenario apocalittico, di quei 720 milioni di perdita circa 20 milioni sarebbero a carico del Lecce. Rispetto a quello che è l’organizzazione della stagione verrebbero meno ricavi per 20 milioni di euro che sono funzionali non a guadagnare ma a coprire costi. Quindi vuol dire che c’è il rischio di perdere 20 milioni per la gestione di questa stagione. E’ chiaro che è una situazione che si creerebbe nel caso in cui non dovesse verificarsi una delle ipotesi alternative che sono al vaglio che servono per evitare che i club impattino da soli la perdita che si andrebbe a maturare. La posizione del Lecce, nell’ambito di questo disastro finanziario, è una posizione di relativa tranquillità perché non è un club che si trascina pregresse situazioni debitorie”.

Sezione: LECCE / Data: Lun 30 marzo 2020 alle 13:00
Autore: Christian Cesario / Twitter: @otherside1993
Vedi letture
Print