Al “Vito Curlo” è arrivato il momento del terzo turno del girone di ritorno del gruppo H di Serie D. I padroni di casa del Fasano aprono le porte alla capolista in solitaria Casarano, per una sfida che seppur per tanti possa risultare scontata così non sembra sotto gli occhi più dei vigili ed oculati. I padroni di casa infatti sotto il segno della nuova guida tecnica e di una vera e propria rivoluzione della rosa, arrivano da due successi consecutivi contro Puteolana e Sorrento. Nel loro cammino emergono anche i pareggi contro Taranto e Picerno, risultati che nelle ultime sei uscite li hanno visti perdere solo contro il Bitonto, dimostrazione che qualcosa è cambiato. Certamente i biancazzurri vorranno proseguire sulla scia degli ultimi risultati, e lo faranno contro la formazione ad oggi in vetta alla graduatoria, la quale però – fattore favorevole ai padroni di casa – ha dimostrato fino ad oggi di non esprimersi nelle migliori condizioni in trasferta. Meglio il fattore casa dove la banda di Feola mercoledì contro il Portici ha ritrovato la via dei tre punti, e che il tecnico campano vorrà certamente venisse confermata anche in giornata odierna. Calcio d’inizio all’ombra della Selva fissato per le ore 14.30, con le squadre che si scontreranno sul terreno di gioco agli ordini del sign. Domenico Castellone della sezione di Napoli.

COME ARRIVA IL FASANO – Tanti i cambiamenti a cui è avvezzo il tecnico dei fasanesi Costantini, il quale nelle ultime ore ha accolto a braccia aperte l’esperto mediano Meduri e il difensore classe 2002 Maffini. Sul fronte cessioni sembrerebbe aver lasciato la causa Fasano nelle ultime ore proprio Narese. L’unico assente certo è Dorval, esterno under espulso a Sorrento nel corso del turno infrasettimanale. Il trainer dovrebbe confermare parte egli uomini artefici del netto 0-4 ai costieri del Sorrento di poche ore fa, con un 3-5-2 che vedrebbe Suma tra i pali, mentre in difesa ci saranno Camara, Lopez Petruzzi ed uno tra Urquiza e De Miranda, con il primo in vantaggio. Corsie esterne affidate a Bernardini e Melillo, supportati centralmente da Urruty, Meduri e Difino. In attacco sarà tundem Dambros-Dellino, con Losavio che potrebbe insidiare il secondo.

COME ARRIVA IL CASARANO – Per Feola non compaiono in lista convocati tre fondamentali pedine. Stiamo parlando del centrale Giacomarro e degli esterni Negro e Sansone, con i primi due che non hanno recuperato seppur il tecnico avesse aperto ad un loro recupero in extremis nel corso delle dichiarazioni post-Portici. Torna a disposizione Tascone dopo aver scontato il turno di squalifica e prenderà parte all’ostica trasferta anche il neo-acquisto De Vitis, jolly difensivo under. Sarà dunque ancora 4-3-1-2 con Guido che torna tra i pali, ed una difesa ricca di certezza con il confermato Quacquarelli e la possibilità di vedere Lobjanidze dal 1’, con Figliomeni pronto ad affiancarlo al centro e Longhi sulla corsia di destra. Nella linea di centrocampo confermati Feola e Bruno, con Argento che dovrebbe essere il terzo. Staffetta Mincica-Tascone sulla trequarti, ma non è da escludere un riposo per il siciliano. In attacco sarà tundem Favetta-Santoro, con Rodriguez che dopo esser uscito leggermente affaticato dalla gara contro il portici dovrebbe rifiatare.

LE PROBABILI FORMAZIONI

FASANO (3-5-2): Suma; Camara, Petruzzi, Urquiza; Bernardini, Urruty, Meduri, Difino, Bernardini; Dambros, Dellino. All.: Costantini.

CASARANO (4-3-1-2): Guido; Quacquarelli, Figliomeni, Lobjanidze, Longhi; Feola, Bruno, Argento; Mincica, Favetta, Santoro. All.: Feola.

Sezione: CASARANO / Data: Dom 28 febbraio 2021 alle 08:00
Autore: Simone Cataldo / Twitter: @SimoneCataldo12
Vedi letture
Print