Cinque risultati utili consecutivi. Dopo lo stop interno col Lecce, a dispetto di una prestazione di ottimo livello, il Bisceglie di Pino Alberga e Gianfranco Mancini ha tirato fuori il carattere ottenendo nove punti nelle ultime cinque gare. 

Il duo D'Ursi-Jovanovic sembra ormai collaudato: insieme i due attaccanti hanno realizzato i sette gol che sono valsi ai nerazzurri le vittorie su Juve Stabia e Akragas e i pareggi a Rende e Trapani. Il traguardo salvezza è sempre più vicino, e l'obiettivo play off sembra davvero a portata di mano. 

Col passaggio al 3-5-2 i nerazzurri sembrano essere molto più offensivi con gli esterni di centrocampo molto più liberi di muoversi sulle fasce e che riescono ad essere molto più offensivi di quanto non fossero col 4-3-3. La difesa è certamente uno dei punti di maggior spessore di questa formazione: Petta o Markic come centrali, con Jurkic sulla sinistra e uno tra Delvino e Migliavacca sulla destra, garantiscono una certa dose di sicurezza alla squadra che non è preoccupata di sbilanciarsi in avanti.

C'è da essere comunque molto cauti, gli impegni ravvicinati di questa settimana saranno certamente un banco di prova molto importante per i nerazzurri che dovranno mantenere alta la concentrazione e non lasciarsi influenzare da nulla e da nessuno. 

Il Bisceglie è ora atteso dalla prova del nove che si concretizzerà mercoledì 21 tra le mura amiche del "Ventura" contro il Catania, ultima big del girone da affrontare. All'andata terminò 4-1, dopo una partita che gli stellati non riuscirono ad interpretare nel modo migliore: nella 31ª giornata mister Mancini farà molto affidamento sulla voglia di riscatto dei suoi e sul pubblico che spingerà i propri beniamini in una gara tutt'altro che semplice.

Sezione: FOCUS / Data: Mar 20 marzo 2018 alle 12:30
Autore: Cristina Scarasciullo / Twitter: @CristinaScara
Vedi letture
Print