Scienza o no, il Monopoli dovrà avere bene in mente le mosse da effettuare per programmare al meglio la prossima stagione calcistica. Ripetersi, dopo il sesto posto ottenuto quest'anno, non sarà facile e bisognerà affrontare anche competizioni nuove. Non ci sarà solo la Coppa Italia di Serie C, ma anche la Tim Cup: quella dei grandi per intenderci e che in riva all'Adriatico manca dalla stagione 1988/89. 

Il ds Pelliccioni e la dirigenza biancoverde ripartono da un ampio parco giocatori. Sono 20 quelli di proprietà, molti dei quali meritevoli di conferma. I contratti più importanti e duraturi sono quelli di Sounas e Bacchetti (2020): il primo fu acquistato dalla Grecia dall'allora ds Mariotto nel 2016, il secondo è stato invece riscattato dalla Pro Vercelli l'estate scorsa. Sono invece 5 i giocatori in scadenza a giugno 2018: Menegatti, Lanzolla, Longo, Russo e soprattutto Genchi. Qualcuno potrebbe salutare (Lanzolla, ma ci sarebbe anche Ricucci), altri si sono invece distinti positivamente (Longo, Genchi, Menegatti) e si giocano concrete chances di riconferma. Occhio poi alle posizioni di Scoppa e Minicucci. Entrambi sono in scadenza, ma solo in apparenza: possono usufruire di un'opzione di rinnovo per il prossimo campionato. Tratta il rinnovo Mavretic (2019), trequartista sloveno. Tutti gli altri sono sotto contratto sino al giugno del 2019. 

E' atteso il rientro alla base di Breza, Ismael, Di Cosola e Bifulco. Non tutti dovrebbero restare: il primo potrebbe restare a Potenza, l'ex Matera potrebbe invece rescindere. 

Sette, infine, i prestiti che almeno per il momento torneranno ai club di appartenenza. Si tratta di Bardini (Cesena), Lewandowski (Teramo), Tafa (Palermo), Paolucci (Pescara), Eleuteri (Atalanta), Salvemini (Ternana) e Mangni (Atalanta). Il sogno sarebbe riuscire a riportare in biancoverde almeno un paio di loro.  

Sezione: FOCUS / Data: Dom 20 maggio 2018 alle 16:30
Autore: Domenico Brandonisio
Vedi letture
Print