Una prova di forza della Virtus Francavilla, che rimarca il proprio ruolo di ammazzagrandi della Serie C. I numeri sorridono alla formazione biancazzurra, capace di rifilare quattro gol a una squadra che fa della propria esplosività negli ultimi trenta metri il proprio punto di forza. Un Catanzaro praticamente mai in partita e mai pericoloso: il 3-4-3 di Auteri è stato letteralmente spazzato via dalla freschezza e da quel briciolo di spensieratezza in più dato dalla vittoria di domenica scorsa contro la Ternana. Un successo che si aggiunge a quelli storici di quest'anno contro Bari e Reggina, o a quelli degli anni passati contro Trapani, Lecce, Matera, Juve Stabia: scegliere la pagina più bella di questo enorme libro è quasi impossibile.

Sabato sera il "Giovanni Paolo II" è stato palcoscenico di un'esibizione quasi teatrale degli imperiali. Perfetti in termini di cattiveria agonostica - fattore non da poco ed evidenziato anche dall'allenatore avversario nel post-gara - e di copertura degli spazi. Alla fine il punteggio sarebbe potuto essere anche più largo, vista la spietatezza sotto porta di Marino e compagni: quattro esultanze, due cancellate dal guardalinee e almeno un altro paio di occasioni limpide. Un Di Cosmo super, schierato a sorpresa da Trocini al posto di Mastropietro e con tanto orgoglio del tecnico per l'abbondanza ritrovata. Come ritrovati sono i gol dei due bomber Perez e Vazquez.

37 punti in classifica, come nello scorso campionato la Virtus Francavilla ha messo la freccia e sta iniziando a sorpassare le avversarie nel girone di ritorno. Settimana dopo settimana, la posizione in graduatoria diventa sempre più carina. Adesso i biancazzurri hanno un margine importante tra loro e la zona play-out ma soprattutto sono in piena zona play-off. Per la salvezza - ormai a un passo - è solo questione di aritmetica, l'obiettivo vero ora è quello di provare a chiudere il campionato tra le prime dieci e il più in alto possibile. Gli acquisti di gennaio hanno dato una marcia in più e, come spesso sentiamo dire agli addetti ai lavori, quando i risultati arrivano le cose riescono più facilmente. Se due più due fa quattro...

Sezione: L'EDITORIALE / Data: Dom 23 febbraio 2020 alle 16:00
Autore: Dennis Magrì / Twitter: @magriden
Vedi letture
Print