Diciamoci la verità, con estrema franchezza. Il Bisceglie visto a Terni è senz’altro da elogiare per l’impegno profuso. Nonostante i pronostici non certo favorevoli data la caratura dell’avversario, un trend di risultati (soprattutto recenti) non certo incoraggiante e soprattutto un futuro i cui orizzonti appaiono poco chiari, al “Liberati” i nerazzurri hanno rimontato il doppio svantaggio, per di più in inferiorità numerica. Un pareggio che consente a Casadei e compagni di restare a +2 sul Rende (0-0 con la Viterbese) e a +8 sul fanalino di coda Rieti (1-2 contro la Sicula Leonzio) e quindi di mantenere vive le speranze in chiave playout.

Fin qui le note positive. Perché la prestazione generosa del “Liberati” e la doppia rimonta firmata da Gatto e Montero non cancella sicuramente i treni persi in precedenza. La sconfitta interna contro la Viterbese e, soprattutto, i due scontri-salvezza persi contro Sicula Leonzio e Picerno hanno già fatto naufragare le speranze di permanenza in C diretta e messo notevolmente a repentaglio quelle di playout disputati partendo dal sedicesimo o dal diciassettesimo posto. Detto in parole povere, il 2-2 di Terni non deve mai far dimenticare che questa squadra ormai deve badare alle squadre che la inseguono piuttosto che a quelle che la precedono. E pensare che dopo la riammissione e l’ottimo inizio di stagione (due vittorie e un pareggio tra campionato e Coppa Italia) le prospettive del Bisceglie sembravano decisamente altre.

Facendo poi un ulteriore passo indietro, ecco riaffiorare l’immagine dell’abbonamento strappato da un tifoso nerazzurro al termine della partita persa contro la Viterbese. Al di là delle opinioni che su di essa si possono avere, è evidente che quell’immagine indubbiamente forte è l’ennesimo segnale di un rapporto, quello tra la piazza biscegliese e l’azionista di riferimento del club, ridotto ormai ai minimi termini, come anche le parole del diretto interessato nei giorni scorsi hanno confermato. Un rapporto che le incognite sul futuro del club una volta calato il sipario su questa stagione non contribuiscono certo a rinsaldare. Ma qui, come sa chi legge ogni settimana queste righe, si entra dritti nel campo del già detto. O già scritto, fate un po’ voi.

---> Per seguirmi su Facebook CLICCA QUI!

Sezione: L'EDITORIALE / Data: Mar 03 marzo 2020 alle 00:00
Autore: Vincenzo Murgolo / Twitter: @@VincenzoMurgolo
Vedi letture
Print