Il Casarano dà seguito alla vittoria di brindisi di sette giorni fa e si impone per 3-1 contro la Puteolana tra le mura amiche. Nonostante la paura iniziale con l’autogol di Longhi, i rossazzurri rimontano nel finale di primo tempo con Feola e Figliomeni e chiudono nella ripresa con l’autogol di Della Monica. Stando ai risultarti odierni il Casarano occupa la vetta.

Suppa, vice di Feola nel primo tempo lancia per 10/11 lo stesso schieramento di Brindisi con il solo Quacquarelli sulla sinistra in difesa. Confermato Tascone alle spalle del tundem d’attacco Santoro-Favetta con Sansone e Mincica che restano in panchina. Per Ciaramella è 4-3-3 con il tridente offensivo formato da Armeno, Palumbo e Lauria, con l’esperto numero nove preferito all’ex Savoia Scalzone.

Parte forte il Casarano che dopo 3’ minuti inanella due grandi occasioni, con Santoro e Favetta che scambiano bene al limite dell’are di rigore. Prima Santoro imbuca l’ex Taranto che uno contro uno calcia sopra a Romano, poi sull’azione seguente Santoro da dentro l’area calcia ma non trova il tapin vincente con una traiettoria rasoterra e molto lieve. Al minuto 7’ Favetta lancia Santoro in profondità, l’ex Monopoli con un tocco sotto supera Romano ma è ofside. Un minuto più tardi bella triangolazione tra Giacomarro e Santoro, l’11 calcia in porta la palla viene deviata in angolo. Al minuto il Casarano va ad un passo dal gol, Quacquarelli lancia Santoro, la punta calcia ad incrociare Romano smanaccia lateralmente e sulla ribattuta Tascone viene anticipato da Della Monica. La Puteolana prende campo, fa entrare >Tommasini a centro della difesa per Armeno e comincia a rendersi insidiosa dopo la mezz’ora. Al primo affondo concreto, minuto 35’, la Puteolana passa incredibilmente in vantaggio con un cross al centro di Palumbo che alla ricerca di Celiento vede Longhi insaccare nella propria rete erroneamente nel tentativo di scacciare la sfera. Al minuto 42’ la Puteolana va ad un passo dal Raddoppio con Palumbo che viene trovato tutto solo in profondità, ma tu per tu con Guido il 9 si fa ipnotizzare. Un minuto dopo Tommasini sembrerebbe aver deviato con la mano in area di rigore ma il direttore di gara non è dello stesso avviso e fa continuare la gara. Al primo minuto di recupero una grande invenzione di Bruno permette a Feola di colpire con il piattone in area e insaccare con una grande giocata alle spalle di Romano per il gol del pari. Sulle ali dell’entusiasmo nel corso degli ultimi istanti Santoro dall’altezza del vertice sinistro dell’area calcia e la palla sorvola di poco la traversa. Sulla manovra seguente e al quarto di recupero Figliomeni servito in area da Tascone in area insacca e rimonta alla chiusura del primo tempo.

Nel secondo tempo parte forte la Puteolana che annovera una conclusione dopo un paio di minuti con Celiento. Al terzo minuto un’ingenuità in disimpegno di Bruno potrebbe costare caro ma Celiento contro tre non ne approfitta. Dopo un frangente in cui latitano le emozioni al minuto 18’ Quacquarelli crossa al centro, Santoro incrocia ma la palla termina di poco al lato. Poco dopo su angolo Figliomeni calcia a porta sguarnita ma Palumbo ci mette il piede e nega la gioia del gol. La rete del tris arriva sulla battuta dalla bandierina seguente con Figliomeni che colpisce di testa sul palo lontano, sulla palla si imbatte Della Monica che erroneamente insacca il pallone in rete. Il gol del 3-1 viene seguito da una girandola di cambi da ambe le parti con alcune sortite offensive della Puteolana le quali però non hanno efficacia. Al minuto 32’ potrebbe arrivare anche il gol del poker con Pagliai che da fuori area ci prova ma non crea problemi a Romano. Al minuto 39’ Tommasini calcia da fuori area e chiama l’attenzione di Guido che non blocca, sulla sfera si avventa Scalzone ma il portiere ex Altamura recupera e fa sua la sfera. Due minuti più tardi Celiento dai trenta metri con un calcio di punizione non centra lo specchio. Al 45’ Scalzone conquista una punizione dai 25 metri ma nonostante l’ottima mattonella non trova lo specchio della porta. Dopo tre di recupero termina la gara.

CASARANO-PUTEOLANA 3-1: 35’ pt aut. Longhi (P), 45’+2’ pt Feola, 45’+4’ pt Figliomeni (C), 21’ aut. Della Monica (C).

CASARANO (4-3-1-2): Guido; Pagliai, Figliomeni, Longhi, Quacquarelli; Giacomarro (38’ st Mattera), Bruno, Feola (45’+2’ st Argento), Tascone (29’ Atteo); Santoro (44’ Mincica), Favetta (13’ st Rodriguez). A disp.: Pitaressi, Galfano, Sansone, D'Andria. All.: Suppa. 

PUTEOLANA (4-3-3): Romano; Delle Curti (10’ st Caiazzo), Riccio, Della Monica, Festa (27’ De Marco); Fibiano, Catinali (11’ st Ruggiero), Lauria (21’ st Scalzone); Celiento, Palumbo, Armeno (21’ pt Tommasini). A disp.: De Lucia, Sardo, Fontanarosa, Romeno. All.: Ciaramella. 

ARBITRO: Stefano Pelletti della sezione di Crema

Ammoniti: Bruno (C), Tascone (C), Atteo (C), Quacquarelli (C),

Espulsi:

Note: gara disputata a porte chiuse in ottemperanza alle normative anti covid-19; Suppa, tecnico in seconda del Casarano siede in panchina causa le giornate di squalifica inflitte a Feola nella giornata 16 contro il Brindisi.

Angoli: 8-3.   Rec.: 5’ pt, 2’ st.

Sezione: CASARANO / Data: Dom 14 febbraio 2021 alle 16:30
Autore: Simone Cataldo / Twitter: @SimoneCataldo12
Vedi letture
Print