E' un Luigi Panarelli carico a mille e determinato, quello che si prepara a vivere da ex come allenatore della Fidelis Andria l'appuntamento prestigioso di domani contro la capolista Taranto. Queste le sue dichiarazioni della vigilia in conferenza stampa: "Sono le ultime gare del campionato, abbiamo fatto un percorso in crescendo e vogliamo terminare in modo importante. Contro il Taranto l'abbiamo preparata nello stesso modo in cui abbiamo preparato le altre. Sappiamo che la partita con il Taranto è importante per la piazza, si tratta di una sfida di cartello, una di quelle belle da giocare. Ci apprestiamo a giocarla con grande entusiasmo. Classifica? Non ci vogliamo porre dei limiti, giochiamo partita dopo partita. Certo, raggiunto l'obiettivo primario della salvezza, pensare adesso di arrivare al primato non mi interessa. Mi interessa solo l'appuntamento di domani, in vista del quale servirà compattezza. Vietato sederci su quello che di buono abbiamo fatto nel passato, i complimenti li abbiamo ricevuti ma ora siamo chiamati a confermare tutto questo sul campo. Sette giornate possono anche rovinare quanto compiuto nelle precedenti 27. Fidelis e Taranto non c'entrano nulla con questa categoria. Io sono tarantino ma oggi alleno l'Andria: per 100 minuti il cuore verrà messo da parte per il bene della Fidelis".

Sezione: ANDRIA / Data: Sab 01 maggio 2021 alle 14:00
Autore: Antonio Bellacicco
Vedi letture
Print