Dopo una stagione cominciata male, ma terminata al meglio (o quasi) è tempo, in casa Foggia, di pensare al futuro. Già, futuro: quindi programmazione, obiettivi, mercato, e soprattutto programmi a breve, medio e lungo termine. Stroppa e Nember, pezzi pregiati per quello che hanno fatto vedere, qualche settimana fa, sono stati abbastanza chiari nel comunicare una certa situazione di disagio, proprio in virtù di una mancanza dei vertici rossoneri nell'ambiente. La loro permanenza infatti è possibile, ma non è affatto scontata. La Serie A bussa alla porta e in questi casi non è facile dire di no. Tra le motivazioni che andrebbero a favore di una risposta negativa (in caso di chiamata) c’è proprio quella di voler restare in terra dauna per un progetto importante. In tal senso, però, ci sono poche certezze. La proprietà del Foggia, nella persona di Franco Sannella, non si è ancora espressa. La situazione non è sicuramente facile (visto tutto quello che è accaduto), ma servono risposte. Il silenzio può essere una soluzione vincente, ma non bisogna abusarne per non alimentare perplessità. Il tempo scorre, le voci corrono, l’incertezza aumenta. E i tifosi? Eccezionali. Proprio per questo meriterebbero maggiore chiarezza. Non solo loro: serve maggiore celerità per capire quali saranno i destini di Nember, Stroppa e in generale del club rossonero. Sembrava questa la settimana decisiva, ma probabilmente non lo sarà.

Sezione: FOCUS / Data: Gio 24 maggio 2018 alle 20:01
Autore: Attilio Scarano / Twitter: @AttilioScarano
Vedi letture
Print